Vincenzo Avallone | Travel Photographer

Ciao e benvenuto nel mio blog!

Oggi ho il piacere di intervistare Vincenzo, giovane travel photographer che ammiro molto per i suoi scatti spettacolari!

vincenzo avallone
Vincenzo Avallone | Travel photographer

Ciao Vincenzo, grazie per la disponibilità e benvenuto nello spazio del mio blog in cui mensilmente ospito fotografi e artisti che hanno trasformato la loro grande passione in un lavoro.

Qualche giorno fa ho pubblicato il tuo profilo nel mio account Instagram, e circa l’80% di persone che mi segue non ti conosceva. Ne sono rimasta veramente stupida, dato che dai dati del mio profilo traspare un’alta percentuale di fotografi paesaggisti e di viaggio.

Mi sembra dunque interessante rispondere ad alcune domande che la community ha posto!

Iniziamo presentandoti brevemente a chi non ti conosce

Ciao a tutti! Mi chiamo Vincenzo, sono della provincia di Caserta e fin da piccolo sono sempre stato un appassionato di fotografia. Nel 2015 in compagnia della prima reflex ho iniziato ad entusiasmarmi sempre di più allo spazio circostante, iniziando a fotografare sia spazi urbani che naturali, ritrovandomi cosi in un anno a visitare ben 9 Nazioni e 25 città.

Foto di Vincenzo Avallone

Oltre al fotografo, hai svolto altri lavori prima di capire che questo fosse la tua strada? C’è stato un evento particolare nella tua vita che ti ha fatto capire di non essere intenzionato a seguire un percorso lavorativo “classico”?

In realtà il fotografo purtroppo non è ancora il mio primo lavoro. Ad oggi sono un impiegato in un ufficio di posta privata. Ho studiato per 3 anni ingegneria informatica ma dopo un po’ ho capito che quella non era la mia strada ed ho rinunciato agli studi.

E’ stato forse un segno del destino perché se non iniziavo a lavorare dopo l’università non riuscivo a comprarmi la mia prima reflex.

Che percorso consigli a chi è intenzionato a seguire la propria passione per trasformarla in lavoro?

Per chi è agli inizi sicuramente è utile frequentare un corso base di fotografia, ti aiuta a vedere le tue foto con occhi diversi e soprattutto più critici. Poi bisogna esercitarsi tanto, ma veramente tanto.

È possibile che il fotografo di viaggio diventi il lavoro principale? Se sì, come? Nel 2020 è possibile vivere di sola fotografia?

Ci sono sicuramente fotografi di viaggio che riescono a vivere di questo. Essendo solo una passione, io al momento non sono tra questi.

Proprio per questo motivo non mi sento di dare consigli.

Spero in futuro possa diventare un lavoro. Mai dire mai!

Hai qualche consiglio per editare al meglio le foto? Ci sono corsi da seguire che ti sono tornati utili?

Ciò che posso consigliare è di trarre ispirazione da altri fotografi, cercando però di avere comunque una propria identità (senza scopiazzare per intenderci).

Per farvi un esempio, la post produzione delle mie foto si avvicina molto al classico Teal & Orange.

Foto di Vincenzo Avallone

Come già detto prima per chi è agli inizi è utile un corso base di fotografia.

Poi negli anni tra i vari workshop e corsi, quello che mi è stato più utile è sicuramente quello di Matteo Bertetto.

Quali sono gli obiettivi che non devono mancare nello zaino di un fotografo di viaggio?

Nel mio zaino sicuramente non possono mancare 3 tipi di obiettivi.

1 – Un grandangolo.

2- Un 35mm o 85mm per i ritratti.


3 – Un classico tuttofare luminoso utile soprattutto quando non si ha voglia di cambiare continuamente ottica.
(Io utilizzo un Tamron 28-75 2.8)

Sai dirci uno o due titoli di libri che hai ritenuto fondamentali per la tua crescita professionale?

Consiglio di acquistare “L’occhio del fotografo”.

*Se leggere è la tua passione, prova Amazon Kindle Unlimited, gratis per 30 giorni: https://amzn.to/3mIY8eM

Parla essenzialmente della composizione nelle foto, la posizione del soggetto, i colori, le linee etc.

Il libro risulta veramente ben fatto e ben illustrato, con esempi che chiariscono bene i concetti spiegati quasi come un testo scolastico.
Leggi l’estratto: https://amzn.to/30CVdf0

Quali sono le soddisfazioni più grandi che hai ottenuto a livello lavorativo?

Le più grandi soddisfazioni le ho avute negli ultimi due anni.

Son stato scelto come photo reporter da alcuni enti del turismo come: Germania, Polonia e Repubblica Dominicana.

Ma quella più grande l’ho avuta l’anno scorso vincendo il premio Open World Award di Momondo nella categoria Fotografia.

Quali sono i luoghi in cui non sei mai stato che ti piacerebbe esplorare?

L’anno scorso ho scoperto che il tipo di viaggio che mi attrae è l’On the road e tra le mete che ho nel cassetto c’è sicuramente l’Islanda e la parte ovest del Canada.

Ringrazio Vincenzo per la disponibilità e vi invito a seguirlo su Instagram, dove pubblica costantemente scatti molto interessanti!

Segui Vincenzo su Instagram | Facebook

Se hai apprezzato questo post, ti invito a condividerlo nei tuoi canali social!

Seguimi su Instagram | Facebook | Blog

La mia attrezzatura: https://amzn.to/2C28V0H

Libri consigliati: https://www.robertacorradin.com/ticonsiglio-libri/03/

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *